Linkedin in costante ascesa.

- Zeygos, Research & Consulting." /> Linkedin in costante ascesa.

- Zeygos, Research & Consulting." />

26.02.2013 / 12:26

Linkedin in costante ascesa.

A febbraio nuovo scatto in avanti
Ha preceduto di un anno Facebook nell’approdo a Wall Street e
rispetto al re dei social network ha trovato subito il giusto feeling
con la Borsa. Dal 19 maggio 2011, giorno del debutto sul Nyse,
Linkedin ha visto il proprio valore salire progressivamente salire
e ora veleggia a livelli più che triplicati. Da inizio anno il titolo ha
registrato una nuova impennata di circa il 40%, che si aggiunge
al progresso di oltre il 70% con cui ha chiuso i dodici mesi del
2012. La costante ascesa del social network ha molte ragioni
a partire dalla trimestrale da record. Il 7 febbraio LinkedIn ha
riportato per il quarto trimestre 2012 ricavi in salita dell’81% a
303,6 milioni di dollari dai 167,7 milioni conseguiti un anno fa. Il
risultato ha battuto le attese degli analisti, che si attendevano un
dato pari a 279,7 milioni. I profi tti escluse le poste straordinarie
si sono attestati a 35 centesimi per azione, dai 19 centesimi attesi
dal mercato. A convincere gli investitori sono state anche le
previsioni per il trimestre in corso. La società attiva nello sviluppo
di contatti online in ambito lavorativo si attende di chiudere
il trimestre in corso con un giro d’affari compreso tra 305-310
milioni di dollari. Per l’intero esercizio le vendite sono invece
previste tra 1,41 e 1,44 miliardi.
Superati i 200 milioni di utenti
Un’ulteriore spinta al buon andamento del titolo è il costante
aumento del numero di utenti, che è lievitato fi no a raggiungere
a gennaio quota 200 milioni. Secondo i dati diffusi dalla società
californiana il ritmo di crescita è di due nuovi utenti al secondo,
con più del 64% degli utenti che non sono statunitensi. LinkedIn
ha inoltre allo studio nuove strategie per ampliare il raggio
di azione, puntando a diventare un social network a 360 gradi
grazie all’introduzione di nuovi applicativi capaci di far leva sulla
forza dei contatti già sviluppati.