24.07.2014 / 10:17

IL PUNTO MACRO DI ZEYGOS

Messico Gli ultimi dati mostrano una ripresa sia del settore manifatturiero che delle costruzioni. A sorpresa, la banca centrale nell’ultimo meeting ha implementato un allentamento della politica monetaria. Il dato riguardante la produzione industriale del mese di aprile evidenzia segnali positivi per l’attività economica del paese. Si registra un incremento dello 0,6% rispetto al mese precedente. Inoltre, le rilevazioni dei mesi precedenti sono state riviste al rialzo. In particolare, la rilevazione di marzo, che in precedenza mostrava una discesa dello 0,1%, è stata rivista al rialzo a +0,2%. Grazie alla crescita registrata ad aprile, la produzione industriale è diretta verso un incremento del 3,7% annualizzato nel corso del secondo trimestre 2014. Il contributo maggiore è determinato nuovamente dal settore manifatturiero, che negli ultimi tre mesi ha conosciuto un espansione dell’8,9%, il tasso di espansione più elevato da metà 2010. La crescita delle importazioni negli Stati Uniti si è rivelato un fattore molto positivo per il settore manifatturiero e può contribuire ad un’espansione ulteriore nei prossimi mesi. Oltre al settore manifatturiero, è interessante notare un’accelerazione per quanto riguarda il settore delle costruzioni. Dopo la contrazione registrata nel corso del 2013, determinata dalle politiche fiscali restrittive e dal processo di ristrutturazione posto in atto da alcune delle principali imprese edili, negli ultimi tre mesi è stata evidenziata una ripresa ed adesso il settore è ben avviato verso un’espansione del 5% annualizzato nel secondo trimestre dell’anno. Tale ripresa è consistente con l’incremento della spesa pubblica negli ultimi sei mesi. Tale stimolo fiscale potrebbe continuare a fornire supporto al settore nei prossimi mesi, come evidenziato dalle indagini emerse nel mese di maggio che pongono il settore sui massimi da luglio 2012 ed una crescita degli occupati nel settore del 6,5% su base annua, livello più elevato dal fine 2012. La buona performance registrata nel settore manifatturiero dovrebbe spingere in futuro anche ad una ripresa nel settore dei servizi, la cui crescita è ancora piuttosto debole. Circa il 40% dei servizi totali del paese (ossia servizi commerciali, di trasporto e di stoccaggio), dipendono direttamente dal settore manifatturiero e tale aspetto dovrebbe riflettersi in una maggiore crescita nei prossimi mesi. La banca centrale nell’ultimo meeting ha sorpreso i mercati implementando un taglio dei tassi di 50 punti base, portando il tasso guida al minimo storico del 3%. In precedenza la banca aveva dichiarato che, nonostante la debole crescita registrata ad inizio 2014, l’economia stava mostrando segnali di recupero e che le preoccupazioni verso il processo di tapering negli USA suggerivano una maggiore prudenza verso un possibile allentamento della politica monetaria. Tuttavia, è possibile che la recente tranquillità dei mercati finanziari, contraddistinti da bassa volatilità, una stabilizzazione nel rendimento dei treasury americani ed un ritorno dei flussi in entrata sui paesi emergenti, potrebbero aver rassicurato le autorità messicane verso un atteggiamento più “dovish”.