31.07.2014 / 21:21

IL PUNTO MACRO DI ZEYGOS

Metalli Industriali View: Moderatamente Positiva Alluminio Nel corso del mese di giugno il prezzo dell’alluminio ha proseguito la fase rialzista iniziata nella seconda metà di maggio, portandosi oltre i 1860 dollari la tonnellata. Dal punto di vista dei fondamentali, il mercato dell’alluminio sembra improntato sempre di più verso un deficit di offerta rispetto la domanda. Durante una conferenza a Chicago, il managing director di Harbor Aluminum Intelligence ha dichiarato che per l’anno in corso la domanda mondiale di alluminio supererà l’offerta di 1,176 milioni di tonnellate, dopo il deficit registrato nel 2013 di 485000 tonnellate, e che per il 2015 è previsto un deficit di 1086 milioni di tonnellate. Tale mancanza di offerta dovrebbe provenire dai tagli di produzione registrati negli Usa e più recentemente in Brasile. Questa situazione potrebbe determinare tensioni ulteriori sul mercato dell’alluminio soprattutto per quanto riguarda i premi, che nel Midwest potrebbero superare i 420 dollari la tonnellata. Un ripristino della capacità produttiva attualmente sospesa potrebbe essere attuata in linea teorica solamente dopo un ritorno di prezzi a 2500 dollari la tonnellata, ma prima che ciò avvenga è necessaria una riduzione a livelli normali delle giacenze mondiali.