30.11.2014 / 14:59

IL PUNTO MACRO DI ZEYGOS

Metalli Industriali View: Neutrale Rame Nel corso della prima parte del mese di ottobre il prezzo del rame è sceso ulteriormente portandosi anche ad un livello vicino ai 6600 dollari la tonnellata, livello minimo dallo scorso aprile. I motivi di tale andamento vanno ricercati sia nelle prospettive incerte riguardo l’andamento dell’economia globale, Cina ed Europa in particolare, sia dal rapido sell-off registrato in tale periodo da mercati azionari. Successivamente, abbiamo assistito ad un forte rimbalzo delle quotazioni, che si sono riportate rapidamente in area 6850 dollari. Il rialzo è dovuto in parte ai dati riguardanti le giacenze di catodi nei magazzini del London Metal Exchange, che oltre a mantenersi basse, sono possedute per larga parte da un unico soggetto, probabilmente da Red Kite Group, società di hedge fund focalizzata sui metalli. Inoltre, i report più recenti sull’economia cinese pubblicati negli ultimi giorni mostrano un miglioramento dal punto di vista fondamentale per il mercato del rame. È stato riscontrato infatti un aumento degli ordini del settore energia, una ripresa nei consumi per apparecchiature domestiche e maggiori commesse nel settore delle costruzioni, fattori che depongono tutti a favore di una ripresa dei consumi di rame nel corso del mese di ottobre. Tuttavia, persistono dubbi che tale ripresa risulti soltanto temporanea.