30.11.2014 / 15:01

IL PUNTO MACRO DI ZEYGOS

Soft Commodities View: Positiva Caffè Nel corso della prima metà del mese di ottobre le quotazioni del caffè hanno proseguito la forte fase rialzista iniziata a metà luglio, con i prezzi che hanno raggiunto i livelli massimi dal 2011, salvo poi ritracciare nella seconda parte del mese. Il rialzo è stato guidato ancora una volta dall’incertezza sui raccolti in Brasile che, a causa dell’andamento sfavorevole delle condizioni meteo, rischiano di risultare più ridotti di quanto inizialmente previsto. La situazione agro climatica nel Sud del Minas Gerais e nel Nord dello stato di Sao Paulo, le aree impegnate maggiormente nella produzione dell’arabica, è risultata del tutto anomala. Alla siccità registrata nel periodo tra marzo e maggio, che ha ostacolato la fase di concimazione, se ne è aggiunta un’altra non prevista nel periodo a cavallo tra settembre ed ottobre, dove la pioggia è venuta a mancare per oltre un mese. Negli ultimi giorni si sono verificate alcune piogge che hanno contribuito a ridurre la pressione rialzista sui prezzi, ma la situazione è ancora critica. Nonostante sia ancora presto per fare previsioni, sembra scontato che la produzione di caffè nel 2015 andrà incontro al terzo anno di riduzione consecutivo ed alcuni agronomi stimano un calo anche del 30%. Infatti, in aggiunta alla siccità è necessario considerare che nel corso del 2014 gran parte delle piantagioni sono state sottoposte alla potatura di rinnovo, che prevede un taglio drastico dei rami per rinnovare la pianta dopo un certo numero di anni, con conseguenti effetti negativi sulla produzione totale. .