27.01.2015 / 18:42

IL PUNTO MACRO DI ZEYGOS

India Il trend decrescente evidenziato nel tasso di inflazione potrebbe risultare solo temporaneo. L’andamento dell’inflazione core evidenzia infatti il rischio di una rapida accelerazione nei prossimi mesi. La contrazione della produzione industriale è per gran parte dovuta ad una serie di fattori temporanei. Dopo il calo marcato nel mese di ottobre, il tasso di inflazione scende ulteriormente a novembre e si attesta al 4,4% annualizzato rispetto al 5,5% di ottobre. Detto ciò, ribadiamo la view secondo cui tale trend decrescente potrebbe arrestarsi a breve in quanto la discesa attuale è dovuta in gran parte a fattori temporanei, tra cui la scarsa crescita dei prezzi del carburante, determinata dal calo del prezzo del petrolio, ed un termine di paragone favorevole con l’anno precedente. Il trend dell’inflazione core risulta infatti più preoccupante. L’inflazione core ha mostrato un incremento dello 0,5% rispetto al mese precedente, a seguito di un incremento dello 0,7% nel mese di ottobre (rivisto al rialzo da +0,6%). Tale accelerazione, combinata con l’incremento registrato nell’indicatore dei prezzi degli output nel PMI di novembre, potrebbe indicare l’intenzione da parte delle imprese di incrementare rapidamente i prezzi in risposta ad ogni timido segnale di ripresa da parte della domanda, con l’obiettivo di ripristinare il vecchio livello di marginalità. Considerando tale scenario, è probabile che l’inflazione torni ad accelerare nei prossimi mesi, tornando in prossimità del 5% entro fine anno e portandosi al 6% entro il primo trimestre del 2015. La produzione industriale nel mese di ottobre mostra una contrazione del 6,9% rispetto al mese precedente, pari ad una discesa del 4,2% su base annua. Il settore manifatturiero mostra un declino del 9,5% rispetto al mese precedente, determinato da un calo di circa il 21% dei beni al consumo durevoli, del 9% dei beni al consumo non durevoli e del 6% dei beni capitali. Tuttavia, tale contrazione potrebbe essere dovuta in gran parte ad una serie di fattori temporanei. Innanzitutto l’impatto delle vacanze dovute al Diwali (una delle più importanti feste indiane) è stato più ampio del previsto ed ha determinato un numero elevato di ore di lavoro perse. Inoltre, la forte contrazione registrata nella produzione di beni durevoli è dovuta alla chiusura di un grande produttore operante nel settore delle comunicazioni. Probabilmente, nella rilevazione successiva si registrerà un rimbalzo nella produzione industriale.