12.02.2015 / 10:35

IL PUNTO MACRO DI ZEYGOS

La stima preliminare sul tasso di inflazione per il mese di gennaio mostra una contrazione dello 0,6%, in ribasso rispetto al -0,2% del mese precedente ed inferiore rispetto le attese del consensus (-0,5%). Il ribasso è stato determinato da una maggiore contrazione del prezzo dell’energia, in calo dell 8,9% rispetto al -6,3% del mese precedente e dal rallentamento dei prezzi di cibo, alcool e tabacco, da +0,0% a -0,1%. In discesa anche l’inflazione dei beni industriali non energetici, che passa da +0,0% a -0,1% e del settore terziario, da +1,2% a +1%. L’inflazione al netto di cibo ed energia passa da +0,7% a +0,6%, mentre la crescita dei prezzi al netto di cibo, energia, alcool e tabacco si attesta allo 0,5%, in calo rispetto allo 0,7% del mese precedente. La rilevazione di questo mese evidenzia un allargamento della pressione deflazionistica a tutte le principali categorie che compongono l’indagine, aspetto che giustifica l’implementazione del piano di Quantitative Easing da parte della BCE.